Blog

Fare un passo indietro

in counseling 12 febbraio 2018

A proposito di bellissime iniziative gratuite, a Milano qualche giorno fa l’istituto di cultura giapponese ha aperto al pubblico una mostra sull’arte dell’Ikebana.

Nelle composizioni dell’Ikebana rami e fiori sono disposti secondo un sistema ternario, quasi sempre a formare un triangolo. Il ramo più lungo, più importante, è considerato qualche cosa che si avvicina al cielo, il ramo più corto rappresenta la terra e il ramo intermedio l’uomo. Così come queste tre forze si devono armonizzare per formare l’universo, anche i fiori e i rami si devono equilibrare nello spazio senza alcuno sforzo apparente.

Contemplare qualcosa di così bello e delicato ma allo stesso tempo molto potente per me è sempre un’esperienza sorprendente.

Perchè in un attimo mi permette di fare un passo indietro rispetto alla frenesia dell’andare, al bisogno di fare per dimostrare di essere, alla necessità di lasciare un segno per la paura di finire dimenticata.

Respiro e sono lì, nella contemplazione di una bellezza che si offre senza chiedere niente in cambio.
Io e l’orchidea, i rami e le foglie: manifestazioni della vita che si rivela in ogni istante.

Se solo sapessimo vederci allo stesso modo…delicati e potenti, unici nelle nostre imperfezioni e ammirevoli nella nostra ricerca di un equilibrio che troppo spesso sembra un miraggio, eppure è sempre lì, nel battito e nel respiro.

Prenditi un secondo: chiudi gli occhi, appoggia la mano sul cuore, senti l’aria che entra e esce…non è bellissimo? 🙂

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *