Blog

Come trasformare la rabbia in passione

in counseling 15 dicembre 2017

L’ho fatto decine di volte, ma e’ ancora uno dei miei momenti preferiti quando mi metto in viaggio: seduta e con le cinture allacciate, sento i motori che iniziano ad aumentare i giri; il rumore diventa sempre piu’ forte, e con lui le vibrazioni che dal pavimento si propagano al mio corpo; quando sembra che tutto stia per esplodere, per una frazione di secondo e’ calma assoluta, poi la velocita’ mi schiaccia contro il sedile e inizia la rincorsa folle sulla pista, in una gara apparentemente impossibile contro la gravita’. Un attimo di vertigine, e sto volando.

La PASSIONE per me e’ esattamente questo: una FORZA propulsiva cosi’ potente da farmi superare qualunque cosa si frapponga fra me e i miei OBIETTIVI, fra i DESIDERI profondi del mio cuore e i tiri mancini della mente.
Anche la RABBIA lo permetterebbe, ma alla maniera di un caterpillar: travolgendo ogni ostacolo sul suo passaggio e lasciando macerie dietro di se’.

La passione invece SOLLEVA lo sguardo in modo da permettermi di vedere la meta in ogni momento: so che ci saranno difficolta’ per raggiungerla, ma so anche che trovero’ il modo per superarle, ANDANDO OLTRE.

Lo sanno bene gli sportivi, quando si preparano a una gara; lo sanno le donne in sala parto; lo sa lo studente che prepara un esame cruciale: ci sono RISORSE SPECIALI che si attivano quando tutto il nostro corpo, la nostra mente e il nostro cuore sono ALLINEATI per la conquista di un traguardo importante.

Sarebbe importante farci caso, e registrare bene quello che sta succedendo in quei momenti.
La quantita’ di ENERGIA in gioco e’ la stessa di quando qualcosa ci fa arrabbiare moltissimo: esattamente come l’aereo, che usa tutta quella potenza accumulata per poter decollare, noi possiamo INCANALARE la forza della rabbia, utilizzandola ad esempio per OSARE un passo che richiede grande CORAGGIO, o per superare la PIGRIZIA e finalmente fare qualcosa che rimandavamo da tempo.

Un esempio concreto? Sbattere un tappeto o un materasso 🙂 
Sfoghiamo l’energia cinetica compressa (spesso nella zona del plesso solare, o della gola) e contemporaneamente facciamo qualcosa di utile.
Anche lavare a mano la macchina, riordinare un armadio, o strappare le erbacce in giardino sono tutte ATTIVITA’ utilissime per TRASFORMARE un’energia potenzialmente auto-distruttiva in una manifestazione costruttiva.

Il RISULTATO finale sara’ un maggior senso di CALMA, e anche una bella iniezione di AUTOSTIMA, che ci viene dal completamento di ogni compito, grande o piccolo che sia.
Se fatti con CONSAPEVOLEZZA, questi piccoli esercizi terapeutici potranno diventare via via piu’ complessi, anche grazie all’utilizzo cosciente di STRUMENTI come il respiro e la visualizzazione.

Come ogni percorso che si rispetti pero’, e’ sempre bene iniziare dal piu’ piccolo dei passi: quale sara’ il vostro? 🙂

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *