Blog

Cambiare prospettiva

in counseling 20 febbraio 2018

Cosa vedi nella foto?
Una bottiglia, due bicchieri pieni d’acqua o…tutto l’insieme?

In ogni caso, hai ragione

Il bello di quella che chiamiamo “realtà” è che, a seconda di come la guardiamo, cambia.
Questo è il significato profondo delle illusioni ottiche: ricordarci che è la consapevolezza ad applicare filtri alla mente, esattamente come un fotografo decide se e cosa mettere a fuoco del campo visivo che sta inquadrando.

Quello che succede, di per sè, è neutro: assume una valenza positiva o negativa a seconda di come NOI decidiamo di reagire.

Perdere un aereo può sembrare una sfiga pazzesca ma…se poi in attesa del volo successivo incontrassimo il grande amore, la vivremmo ancora come una sfiga o come un incredibile miracolo? Eppure l’aereo è perso.
Un minuto quando ti diverti e un minuto quando sei dal dentista (categoria che amo, giuro!) non sono vissuti allo stesso modo…eppure è sempre un minuto!

Solo per oggi, prova a importi di trovare almeno un lato positivo a quelle che consideri cose negative.
La coda nel traffico, la ressa in metropolitana, la riunione infinita, il bimbo che si ammala…trasforma queste occasioni in una caccia al tesoro, perchè nel forziere nascosto c’è davvero qualcosa di molto prezioso: un piccolo istante di gioia

Buona ricerca, capitani coraggiosi!

PS: ho scattato la foto alla mostra “Change Perspective” organizzata alla Triennale di Milano come raccolta fondi per AIL Associazione Italiana contro le Leucemie-linfomi e mieloma ONLUS…a proposito di cambiare prospettiva

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *